Territorio

Itieli

Posto in un ambiente naturale e paesaggistico da suscitare ancora oggi nostalgie del passato, il borgo fu un tempo di notevole prestigio grazie anche alla sua posizione strategica che lo pone lungo il confine tra Narni e Terni.
Nel XII secolo, come mostrano i documenti, il "Castrum Ithiulorum" fece atto di sottomissione a Narni ma la sua collaborazione non fu costante tanto che una volta era con il Comune e l'altra con il Papa, di fatto, però rimaneva sotto il dominio narnese.
Tutte le strutture difensive, torri, mura e fortificazioni, si possono datare tra il XIII e il XIV secolo e l'intero abitato si sviluppa attorno alla torre principale che lo domina dalla posizione più alta mentre la porta d'ingresso è posta a valle, difesa da una torre circolare.
La sua valenza difensiva di controllo del limes narnese la si intuisce dallo stesso nome, infatti, tra le varie teorie il toponimo "ITIROI" che deriva dal precedente "UTHUS OROS" va ad indicare il ruolo d'avamposto confinario a difesa di quella che doveva essere una linea di confine bizantino-longobarda.

La Torre

La torre degli Aimuccis, come piace chiamarla agli abitanti del posto rendendo omaggio a una delle famiglie più antiche del borgo che accamparono diritti sul castello, è situata a guardia dell'ingresso principale della primordiale cinta muraria del paese.
La torre come la possiamo vedere oggi è il risultato dei restauri iniziati nel 2008, quando fu ripristinata l'arcata della porta con i pezzi originali. Probabilmente la torre originaria aveva una pianta quadrangolare e, durante il corso del tempo, prese la forma attuale. L'opera va inquadrata nell'ambito del piano di riassetto militare del castello che, come mostrano gli Statuti Narnesi, gli diede la dignità di Castrum.
Al suo interno è visibile ancora il pavimento originale in pietra, sostituito solo in parte da quello in cotto probabilmente per una manutenzione più facile. La parte finale della torre ha visto in passato un utilizzo poco dignitoso quale ricovero per animali e discarica per tornare poi ad avere un ruolo di rilievo come archivio storico.

Eventi, feste e sagre

Nel mese di agosto si svolge la sagra Agosto Itielese. Nel mese di dicembre invece vi è la festa religiosa che vede la statua di san Nicola andare da Itieli fino alla città di Narni.
Il terzo sabato di maggio, a ridosso della "Corsa all'Anello" di Narni, si svolgono i festeggiamenti in onore dello stesso san Nicola, caratterizzati dalla suggestiva "Intussata".
Ovvero una processione religiosa notturna attorno al monte Censo, illuminata dalle "Intusse", fiaccole a forma di cono rovesciato, abilmente realizzate dagli artigiani con legno di pino. A fine luglio si svolge anche il suggestivo evento"Le notti Medievali", che riporta il borgo indietro nel tempo.